Sicula sugnu

Sicula sugnu: a voyage into my Sicily with the same surprise and curiosity as if Eva came here now!!!



lunedì 24 dicembre 2012

Giuggiulena for a sweet Sicilian Christmas!


Among the innumerable recipes for Christmas, a traditional sweet taste of Sicily is 'A Giuggiulena (that is a kind of torrone/nougat  made with sesame).
Here the best  and simplest way to make a giuggiulena on your own!!


source:  www.smileandfood.com :


Ingredients  x  6 :

1kg of sesame
250 gr peeled almonds
500 gr sugar
2 spoons of orange honey
a grated  orange peel


 


Put all the ingredients in a pot with high sides and mix them slowly  on a moderate flame for 8-10 minutes.

You'll start smelling the sugar caramelizing but don't forget to mix for other 2-3 minutes.

Take the pot off from fire. 





pour the content in an oven paper sheet  and cover it with another one





Using the rolling pin spread  the giuggiulena till reaching a thickness of 1,5 cm
Wait for  5 minute and then  cut the giuggiulena (don't wait too long before cutting it or you can't shape it easily)






cut strips of 5 cm and then obliquily shape small lozenge!!

Your crunchy giuggiulena is ready now!!

If you don't it all , keep it in a  seeled glass box


---------------------------------

Per un dolce Natale  siciliano a tavola: 'A giuggiulena!

da: www.smileandfood.com
  
Ingredienti per 6 persone:
- 1 kg di sesamo;
- 250 gr di mandorle sgusciate;
- 500 gr di zucchero semolato;
- 2 cucchiai di miele millefiori o zagara;
- Buccia di un'arancia non trattata grattugiata.


- In una pentola d’acciaio dai bordi alti unite tutti gli ingredienti e miscelateli;
- Preparate l’occorrente per poter tagliare dopo la cottura la giuggiulena, che per spiegarci, sarà una specie di torrone, ma di sesamo;
- Stendete, su una spianatoia di legno o di marmo, due fogli di carta forno e tenete a portata di mano sia un mattarello che un coltello lungo a lama liscia;
- Mettete la pentola con i nostri ingredienti sul fuoco e fate cucinare a fiamma moderata e mescolando continuamente, come fareste per una marmellata. Dopo circa 8-10 minuti, comincerete a sentire l’odore dello zucchero caramellato: continuate a mescolare per altri 2-3 minuti e spegnete il fuoco;
- Versate il contenuto della pentola su uno dei fogli di carta forno stesi prima, facendo attenzione alla giuggiulena che, se toccata a mani nude ancora bollente, potrebbe ustionarvi; ricopritela con l’altro foglio e, aiutandovi col mattarello, stendete la giuggiulena fino ad ottenere uno spessore di 1-1,5 centimetri;
- Prendetevi qualche minuto per lasciarla intiepidire. Appena tiepida, potrete cominciare a tagliarla (è raccomandabile non farla raffreddare del tutto perché altrimenti sarà un’impresa sagomarla in forme regolari);
- Col coltello a lama lunga e liscia ricaverete così delle fette larghe circa 4-5 centimetri e poi ritagliate nuovamente trasversalmente, ottenendo così dei piccoli rombi. Quando sarà del tutto fredda, la giuggiulena potrà essere conservata dentro un barattolo con la chiusura ermetica per mantenerne la fragranza e la consistenza croccante.

Nessun commento:

Posta un commento